FUNZIONI INTESTINALI E DEPURAZIONE EPATICA IN FITOTERAPIA

Il buon funzionamento dell' intestino e fegato, sono sinonimo della loro stretta connessione. Il ripristino delle normali funzioni epatiche e la normalizzazione della flora batterica, migliorano i processi digestivi e l'omeostasi metabolica.

13 maggio 2020 Da
Dott.ssa Tiziana Persico

Si crede sempre più spesso che il tratto gastro intestinale sia un “tubo” in cui gli organi che lo compongono non siano connessi tra loro.L’alterazione della flora intestinale, la costipazione e l’acidità gastrica aumentano il carico di lavoro degli organi emuntori ed in particolare del fegato.

Per ripristinare il funzionamento della flora batterica intestinale ed evitare la sensazione di gonfiore a livello addominale, è utile agevolare i processi digestivi, soprattutto quando un’alimentazione ricca di grassi va a rallentare lo svuotamento gastrico.

Una corretta alimentazione prevede che siano presenti, all'interno di una dieta sana e bilanciata, alimenti ricchi di fibre, prebiotici, probiotici ed acqua che permettono sia un buon funzionamento intestinale che la detossificazione epatica.

Bisogna, quindi, partire dai processi digestivi per permettere l’assorbimento dei nutrienti a livello intestinale.

Alimenti come zenzero e liquirizia hanno un’azione eupeptica e colagoga. Essi stimolano, infatti, le secrezioni salivari e la produzione di enzimi digestivi, stimolano il flusso biliare verso l'intestino e la secrezione della bile da parte delle cellule epatiche.

Non dimentichiamo che fegato ed intestino sono collegati tra loro e sono importantissimi per il metabolismo lipidico, infatti il quantitativo giornaliero di colesterolo introdotto con la dieta (inferiore ad un grammo) viene assorbito dall’intestino per il 30-40%.

Molte sono le cosiddette erbe amare che permettono di aumentare ed agevolare sia la funzionalità del fegato che la capacità digestiva del nostro corpo.Tra queste troviamo il cardo mariano che, con le sue proprietà epatoprotettive e nefroprotettive, agisce anche sull’intestino con un’azione spasmolitica, antiossidante e antibatterica. Questa pianta in particolare stimola la rigenerazione delle cellule epatiche, migliorando la funzionalità del fegato. 

Per contrastare i disturbi gastro intestinali ed agevolare le funzioni epatiche, soprattutto quando si hanno problematiche relative a disfunzioni metaboliche come dislipidemie, digestione e pesantezza post prandiale possiamo aiutarci con due fitocomposti specifici: Colonvin ed Epavin.